allattamentoalseno.cloud

Auguri a tutti di
Buone Feste!

BONDING allattamento al seno il pianto nel neonato AUTOSVEZZAMENTO sonno IL PADRE farmaci in allattamento    
Home » Il padre » Il congedo di paternità
  ♥   CONGEDO DI PATERNITA'

Entra pienamente a regime la nuova tipologia di congedo di paternità obbligatorio di 10 giorni, aumenta da 10 a 11 mesi congedo genitore solo e aumenta da 6 a 12 anni l'età dei figli per cui si può usufruire del congedo parentale.

Questa scelta contribuisce a sviluppare una co-genitorialità più equilibrata e piena: se la donna deve essere più garantita sul lavoro, l’uomo necessita più tutela dentro casa.

Il decreto legislativo è emanato in attuazione della direttiva (UE)  "relativa all'equilibrio tra attività professionale e vita familiare per i genitori e i prestatori di assistenza".
Il provvedimento introduce una serie di misure volte conciliare attività lavorativa e vita privata per i genitori e i prestatori di assistenza, per realizzare la condivisione delle responsabilità di cura tra uomini e donne e la parità di genere in ambito lavorativo e familiare.

I congedi

 Congedo di paternità

Il decreto approvato dal Governo introduce una nuova tipologia di congedo di paternità, obbligatorio e della durata di 10 giorni lavorativi fruibile dal padre lavoratore nel periodo compreso tra i 2 mesi precedenti e i 5 successivi al parto, sia in caso di nascita sia in caso di morte perinatale del bambino.

Congedo parentale

Aumenta da 10 a 11 mesi la durata complessiva del diritto al congedo parentale spettante al genitore solo.
L'indennità è fissata in misura pari al 30% della retribuzione, per 3 mesi intrasferibili per ciascun genitore, per un periodo totale di 6 mesi a ciò si aggiunge un ulteriore periodo di 3 mesi, trasferibile tra i genitori e fruibile in alternativa tra loro, con diritto a un'indennità pari al 30% della retribuzione.
In caso di figlio con grave disabilità, l'indennità spettante ai genitori, in alternativa tra loro, per il periodo di prolungamento fino a 3 anni del congedo parentale è del 30%.
E' aumentata da 6 a 12 anni l'età del bambino entro la quale i genitori (anche adottivi e affidatari) possono fruire del congedo parentale.
Ai lavoratori con figli di età fino a 12 anni e ai prestatori di assistenza (c.d. caregiver) è data priorità nell'accesso al lavoro agile.

L'importanza della presenza paterna

Una delle spiegazioni per le difficoltà che gli uomini incontrano nel relazionare con i loro bambini è proprio la mancanza di tempo.
Le donne in genere prendono un congedo di maternità di tre mesi o più, mentre i padri, per la maggior parte, ha solo le notti e i fine settimana per interagire con il bambino perchè impegnati lavorativamente.

Il modo migliore per un uomo di conoscere e amare il proprio bambino è semplicemente quello di passare più tempo con lui.

La sua presenza permette di instaurare il legame (bonding) PADRE-NEONATO in quanto il bambino costruisce relazioni di attaccamento con chi si prende cura di lui.


ARGOMENTI CORRELATI

VEDI »
La figura del padre
In questi ultimi tempi si assiste alla riscoperta del ruolo della paternità.
La figura del padre all'interno delle famiglie è fondamentale sia rispetto alla crescita e allo sviluppo del bambino sia rispetto al sostegno alle madri.
VEDI »
Il padre assente
Che cosa impedisce a un padre di gioire del suo status di papà?
Nessun uomo nasce già capace di fare il padre, ma a volte qualcuno si defila dal suo ruolo ancora prima di provarci.
SEDE
AICIP Bolzano
via dei vigneti 34,
Bressanone (BZ)

Informativa privacy e cookie
+39 3383679491



monikastablum@yahoo.it
visitatore numero: 368518

sito aggiornato a:
16 DICEMBRE 2022


Realizzazione: STUDIO C