allattamentoalseno.cloud

Auguri a tutti di
Buone Feste!

BONDING allattamento al seno il pianto nel neonato AUTOSVEZZAMENTO sonno IL PADRE farmaci in allattamento    
Home » tecniche di conservazione del latte materno

  ♥ Conservare il latte materno

Il latte dovrebbe essere raffreddato nel frigo prima di essere congelato: una volta scongelato non può essere ricongelato. Se per qualsiasi ragione il freezer non funziona regolarmente il latte dovrà essere buttato.
Il latte dovrà essere conservato in contenitori sterili, adatti alla conservazione, usare contenitori divisi per conservare il latte ogni volta che lo si tira o lo si spreme. Queste piccole porzioni, una volta raffreddate, possono successivamente unirsi. Mettere un’etichetta sul contenitore con giorno mese e anno. Se si usano sacchetti di plastica, bisogna spiegare che è necessario far uscire l’aria dal sacchetto, arrotolarlo quindi fino a circa 2,5 cm sopra il livello del latte. Questi sacchetti vanno messi in un contenitore che li terrà in senso verticale finchè il latte non si solidificherà.
Il latte raccolto può essere offerto al bambino con il biberon, il cucchiaio o il contagocce.
Il latte spremuto non va bollito o riscaldato, riscaldandolo infatti, vengono distrutti molti dei fattori antinfettivi contenuti nel latte materno. Il latte spremuto si conserva per più tempo perché contiene fattori antinfettivi. I germi non si moltiplicano per almeno otto ore, anche al caldo fuori dal frigorifero. La madre dovrebbe istruire chi accudisce il bambino ad alimentarlo possibilmente con la tazza se possibile senza usare il biberon. Le tazze sono più pulite, ma non soddisfano il desiderio del bambino di succhiare così quando la mamma torna a casa il bambino vorrà essere attaccato al seno e con ciò si manterrà la produzione di latte.

Come conservare il latte materno spremuto

  • Preparare un contenitore pulito che possa essere coperto per conservare il latte. Il contenitore dovrebbe essere lavato in acqua molto calda, saponata (lasciata per qualche minuto a svolgere la sua funzione antisettica), e risciacquato con acqua molto calda, pulita. Se la madre preme da sé il latte, lo può fare direttamente dentro il contenitore. Un contenitore sterile acquistato in farmacia è utile, ma non indispensabile.
  • Conservare in un contenitore solo la quantità di latte che il neonato prenderà durante una poppata. Se la madre conserva diversi contenitori in un posto, ogni contenitore dovrebbe essere etichettato con la data e l’ora. La madre dovrebbe usare il latte più vecchio per primo.

Raccomandazioni per la conservazione al freddo:

  • Mettere il contenitore del latte nella parte più fredda del frigorifero o nel congelatore.
  • Raffreddare il latte prima di aggiungerlo al latte precedentemente refrigerato o congelato.
  • Se il latte deve essere congelato, lasciare spazio nel contenitore per la dilatazione del liquido.
  • Usare il latte prima della scadenza di sicurezza qui indicata:
  • Frigorifero (a 4 °C) : 72 ore
  • Congelatore a doppia porta: 3 mesi
  • Congelatore a -20 °C: 6 mesi
  • A temperatura ambiente (15 °C) il latte dura per 24 ore fuori dal frigo
  • A temperatura estiva (25 °C) il latte dura per 4 ore fuori dal frigo

ARGOMENTI CORRELATI

VEDI »
Le posizioni per allattare
L’allattamento è fondato sui riflessi primitivi neonatali ed esistono posizioni per allattare che li inibiscono e altre che li stimolano. La migliore posizione da assumere per un corretto allattamento è quella dell'Allattamento intuitivo.
VEDI »
Tecniche per svuotare il seno
Normalmente il seno della donna che allatta è svuotato dal suo bambino. Tuttavia, in alcune situazioni si rivela necessario svuotare la mammella manualmente o con l’utilizzo del tiralatte.
SEDE
AICIP Bolzano
via dei vigneti 34,
Bressanone (BZ)

Informativa privacy e cookie
+39 3383679491



monikastablum@yahoo.it
visitatore numero: 368511

sito aggiornato a:
16 DICEMBRE 2022


Realizzazione: STUDIO C